Passa al contenuto

PROMO BLACK FRIDAY -20% SU TUTTO

🎁 -20% SE TI ISCRIVI ALLA NEWSLETTER

Email

Capelli neonato: quando cadono e quando ricrescono

Capelli neonato: quando cadono e quando ricrescono

Capelli neonato: quando cadono e quando ricrescono

Il tuo bambino sta diventando calvo? Non devi preoccuparti: i capelli del neonato ricresceranno più folti e forti che mai!

Capelli neonato: questo è un argomento che talvolta suscita le preoccupazione delle neo mamme, le quali si trovano ad avere a che fare con neonati completamente calvi o, al contrario, dotati di una vera e propria chioma.

Per prima cosa, sgombriamo il campo da ogni illazione: in entrambi i casi, la cosa è perfettamente normale e non deve alimentare inquietudini. Prima o poi, il piccolo sfoggerà una bella chioma liscia, riccia, bionda o mora, a seconda del patrimonio genetico ereditato.

Ma prima che ciò avvenga, attraverserà diverse fasi, durante le quali sarà un piacere vederlo cambiare e, in definitiva, crescere.

Capelli neonato già nel pancione?

Se è vero che non tutti i neonati nascono con i capelli, è altrettanto vero che tuo figlio, mentre era nel tuo grembo, li aveva già. I feti, infatti, sono ricoperti da una fine lanugine chiamata vello fetale, che non ricopre solo la testa, ma anche parte del corpo.

Questa lieve peluria si forma tra il sesto e il settimo mese di gravidanza ed è la conseguenza dell’elevata quantità di estrogeni in circolo. In linea di massima, questa peluria tende a scomparire durante l’ottavo mese, ma in alcuni casi può permanere fino alla nascita. In questo caso, sappi che il brusco calo degli steroidi placentari, determinerà la caduta dei capelli del neonato e che questo fatto è assolutamente fisiologico e non deve destare alcuna preoccupazione.

Stessa cosa accadrà al lanugo fetale, ovvero alla lanugine che ricopre anche il corpo del feto, per proteggerlo dalla permanenza nel liquido fetale. Anche questa, qualora persista al momento della nascita, tenderà a scomparire in modo del tutto naturale intorno ai quattro mesi, quando la peluria si diraderà lentamente, fino a cadere del tutto.

Tieni anche conto che la quantità di capelli del neonato potrà dipendere anche da un altro fattore: i bambini prematuri, ovvero quelli nati prima del termine delle 40 settimane di gestazione, tendono ad avere una lanugine più folta, mentre i cosiddetti neonati tardivi, nati dunque oltre il termine previsto, solitamente ne sono del tutto privi.

capelli neonato perdita sonno lettino lenzuolo

Il neonato perde capelli: è normale?

La perdita dei capelli del neonato, dunque, è assolutamente normale e non deve in nessun modo suscitare preoccupazione. Gli ormoni placentari diminuiscono e, di conseguenza, i primi capelli cominciano a cadere.

La buona notizia è che mentre i primi capelli cominceranno a cadere, altri prenderanno subito il loro posto, quindi la testa del piccolo apparirà sempre ricoperta di capelli, in modo più o meno omogeneo.

L’aspetto del bambino, inoltre, dipenderà molto dal colore dei capelli. È evidente che nei neonati con i capelli chiari, la perdita della lanugine sarà meno evidente e che tutto il processo di sostituzione con i capelli veri e propri sarà meno visibile.

Anche il colore dei capelli del neonato subirà diverse trasformazioni. Oltre che dal patrimonio genetico, infatti, questo è anche influenzato dalla quantità di melanina, che nel corso della crescita aumenterà o diminuirà conseguenza degli ormoni sessuali. In linea di massima, è possibile affermare che difficilmente un neonato con capelli scuri diventerà biondo in età adulta, mentre al contrario, i capelli che alla nascita sono biondi o rossi potranno scurirsi, soprattutto durante la fase dell’adolescenza.

Perdita capelli neonato 3 mesi: come prendersi cura del bimbo

Non esiste una regola ben precisa, ma i capelli del neonato di solito cominciano a cadere intorno ai 3 mesi. Sarà in questa fase, infatti, che comincerai a trovare capelli nel lettino, soprattutto al mattino, quando lo sfregamento della testolina sul cuscino, ne favorirà la caduta.

A questo proposito va detto che il luogo migliore dove far dormire il neonato è un lenzuolo in seta, che grazie alla sua texture, evita un eccessivo sfregamento sul capo. La testa del neonato, infatti, non è ancora ricoperta di capelli veri e propri, quindi la cute è a diretto contatto con il cuscino ed è indispensabile proteggerlo da un attrito troppo intenso.

Dal momento che di capelli ce ne sono ancora pochi, per lavare la testa del bimbo è sufficiente dell’acqua tiepida e dell’amido di riso o, al massimo, dello shampoo neutro diluito. Durante il lavaggio, è necessario evitare frizioni: è sufficiente massaggiare delicatamente la testa del piccolo e tamponarla successivamente con un asciugamano morbido. A meno che non sia strettamente necessario, evita l’asciugacapelli: i capelli del neonato sono pochi e delicati e, nella maggior parte dei casi, basterà l’azione dell'asciugamano per togliere tutta l’umidità in eccesso.

Rimane inteso che nei primi mesi di vita del neonato, tagliare i capelli è un’operazione del tutto superflua. Nel caso si rendesse necessario, basterà accorciarli con una forbice dalle punte stondate, in modo da non rischiare di ferire il piccolo, nel qual cosa dovesse decidere di fare qualche movimento improvviso. L’importante è accorciare eventuali capelli troppo lunghi sulla fronte o sulla nuca, soprattutto nei mesi estivi, quando con il caldo il piccolo potrebbe sudare in modo eccessivo.

Perdita capelli neonato: quando preoccuparsi

Sebbene la caduta dei capelli nei più piccoli sia un fenomeno assolutamente normale, talvolta può dipendere da una patologia: la perdita dei capelli del neonato a chiazze, ad esempio, deve sempre allarmare.

In questo caso, infatti, potrebbe trattarsi di alopecia infantile, che può presentarsi in diverse forme:

  • Alopecia areata – colpisce circa il 2% della popolazione infantile e si manifesta con la comparsa di una o più chiazze prive di capelli.
  • Alopecia occipitale – dovuta ad un anomalo sviluppo dei follicoli, è un fenomeno che si risolve in modo del tutto spontaneo.
  • Alopecia triangolare congenita – caratterizzata da una zona calva a forma triangolare, la condizione è permanente.
  • Alopecia da tigna – dovuta a un fungo, provoca la comparsa di chiazze di dimensioni variabile, di solito tonde o ovali. Si risolve con la somministrazione di un antimicotico.

Fra le cause patologiche della caduta dei capelli dei neonati, troviamo anche lo squilibrio nutrizionale, quindi una mancanza di proteine, vitamine e sali minerali, e l’ipotiroidismo, che provoca una carenza di ormoni, indispensabili per la corretta funzionalità del metabolismo. Anche in questi casi, il fenomeno può essere controllato mediante l’assunzione di integratori e farmaci.

Ma al netto di questi rari casi, rimane il fatto che la caduta dei capelli dei neonati è normale e non deve impensierire. Fidati: tra qualche anno tuo figlio sfoggerà una chioma invidiabile!

Spedizione in 24-48h

30 giorni reso gratis

Packaging ecosostenibile

Hai domande? Scrivi in Chat