Passa al contenuto

PROMO -1O% SU TUTTO 🔥 Scade OGGI ⏱

Spedizione GRATIS sopra i 29,90€ ✈

Email

Esfoliare la pelle come farlo e perché

Esfoliare la pelle come farlo e perché

Quando si tratta di migliorare la pelle, l’esfoliazione assume un ruolo cruciale. Vediamo, dunque, qual è lo scrub corpo migliore e quando regalarsi questo valido trattamento di bellezza. 

Per sfoggiare sempre una pelle morbida e luminosa, non bastano i prodotti cosmetici. Nemmeno quelli più costosi ed efficaci. Per far sì che le vostre creme vengano assorbite in profondità, infatti, avrete bisogno di esfoliare periodicamente la pelle del viso e del corpo.

Il ricambio cellulare, estremamente rapido durante l’infanzia, con il tempo tende a rallentare e sulla superficie cutanee si accumulano cellule morte, che conferiscono un aspetto trascurato e decisamente agée. Per ovviare a questo problema, avete tre possibilità: ricorrere agli esfolianti disponibili in commercio, realizzare uno scrub fai da te con prodotti naturali o utilizzare un guanto per peeling.

Fino a pochi anni fa, i guanti per esfoliare erano realizzati soprattutto in crine, che grazie alla superficie ruvida, riescono a rimuovere gran parte delle cellule morte. Oggi, il miglior guanto peeling è quello in seta, più delicato, adatto anche a chi ha pelle sensibile e delicata. 

Cosa significa esfoliare la pelle

La natura pensa a tutto, quindi la pelle del tuo corpo si esfolia da sola, permettendo alle cellule nuove di salire in superficie per sostituire quelle morte. Il peeling, quindi, non è altro che un procedimento per accelerare questo processo e permettere alla vostra pelle di ricevere più rapidamente i trattamenti di bellezza.

I benefici del peeling sono innegabili:

  • elimina le impurità, come punti neri e brufoli
  • facilita l’assorbimento di creme, sieri e lozioni
  • stimola la produzione di elastina e collagene
  • favorisce il rinnovamento cellulare

Sebbene i termini esfoliante e scrub vengano utilizzati indistintamente, indicano due processi diversi. L’esfoliante agisce grazie all’azione chimica: composti da acidi di varia natura, gli esfolianti penetrano in profondità e sono particolarmente adatti a chi ha la pelle delicata o sensibile. Lo scrub, invece, lavora meccanicamente: i granuli contenuti nel prodotto, infatti, sfregano energicamente la pelle, rimuovendo lo strato più superficiale. Per ovvie ragioni, lo scrub è maggiormente indicato per le pelli grasse o impure.

Quando trattare la pelle con l’esfoliante corpo

Se foste tentate dall’esfoliare la pelle quotidianamente, sappiate che sarebbe un errore. L’intervallo corretto fra un trattamento e l’altro è di almeno 3 giorni. In presenza di pelle impura o che presenta peli incarniti, è comunque possibile aumentarne la frequenza, avendo cura di alternare gli scrub cosmetici all’uso di guanti in tessuto naturale, come ad esempio quelli in seta.

L'esfoliazione della pelle va sempre eseguita su pelle umida, possibilmente prima del bagnoschiuma, che in alcuni casi potrebbe alterare le proprietà dei microgranuli, essenziali al peeling. Dopo ogni trattamento, invece, è assolutamente necessario idratare la pelle con un prodotto di qualità. Lo scrub, infatti, impoverisce lo strato idrolipidico della cute, che ha quindi bisogno di essere ripristinato al più presto.

Sebbene l’esfoliazione della pelle, soprattutto del corpo, è altamente consigliata prima dell'abbronzatura, ricordate però di non ricorrervi il giorno stesso dell’esposizione al sole: dopo lo scurb, infatti, la pelle risulta più delicata e potrebbe arrossarsi più facilmente.

Scrub corpo: guanto in seta per risultati stupefacenti

Se proprio volete esfoliare la pelle molto spesso, anche poco prima dell'abbronzatura, potete optare per un guanto scrub in seta, che grazie alle proprietà di questo materiale naturale al 100%, vi permetterà di ottenere uno scrub molto più delicato, ma non per questo meno efficace.

La seta è prodotta dalla bava di alcuni bachi, che la rilasciano per creare i bozzoli all’interno dei quali compiere la loro metamorfosi in farfalle. Per questa ragione, oltre ad essere un materiale molto resistente, è anche ricco di sericina, una proteina che si lega in modo ottimale alla pelle, permettendole di fissare l’acqua sulla superficie.

Inoltre, forma un sottile velo protettivo che ne impedisce la disidratazione, quindi utilizzando un guanto peeling in seta, oltre ad esfoliare la vostra pelle, la renderete più idrata e protetta dagli agenti atmosferici, come sole e agenti inquinanti. 

Scrub peli incarniti

Oltre a rendere la pelle più morbida e liscia, esfoliare la pelle vi tornerà utile anche per combattere i peli incarniti, che spesso compaiono in conseguenza di una ceretta frettolosa o una rasatura impropria, come ad esempio quella fatta con i rasoi da uomo.

Quando si taglia male il pelo, infatti, questo può avere difficoltà ad uscire dalla pelle, rimanendovi intrappolato. Le conseguenze, oltre a quelle antiestetiche, possono essere irritazioni e follicoliti: ad ogni pelo incarnito, infatti, corrisponderà quasi sempre un brufolo, che dopo essersi infiammato, può lasciare fastidiose cicatrici.

Ecco perché uno scrub gambe va sempre eseguito in concomitanza della depilazione. Ovviamente non contemporaneamente, ma a distanza di 2-3 giorni, prima e dopo il trattamento. Lo scrub per peli incarniti, infatti, vi permetterà di rimuovere in profondità le cellule morte, che creando una sorta di tappo, impediscono al pelo di fuoriuscire.

Per un risultato eccellente, regala alla tua pelle un bagno di vapore per aprire bene i pori e poi procedi con lo scrub: aiuterai i peli ad uscire dalla superficie e la tua pelle risulterà più morbida e setosa. 

Come esfoliare la pelle del viso

Finora abbiamo parlato del corpo, ma anche il viso pretende le vostre attenzioni! Ovviamente per esfoliare il volto non potrete ricorrere ai guanti in crine: qui la pelle è molto più delicata e richiede maggiori attenzioni.

Per esfoliare il viso, quindi, potrete ricorrere ai prodotti a base di acidi della frutta, che garantiscono un approccio più delicato, ideale anche per chi ha la pelle sensibile e delicata. Prima del trattamento, è sempre necessario esporre il volto al vapore, per permettere l’apertura dei pori. Come già detto, questa è una zona delicata, quindi non potrete insistere energicamente come fate  sulle gambe!

Aprendo i pori favorirete l’azione del peeling, che riuscirà ad entrare in profondità e rimuovere impurità e cellule morte in eccesso. Se non volete acquistare un prodotto in profumeria, potrete ricorrere al bicarbonato.

Vi basterà realizzare un composto con 3 parti di bicarbonato e 1 di acqua, applicarlo sul volto e massaggiarlo delicatamente con movimenti circolari: le impurità scompariranno e la pelle apparirà subito più fresca e luminosa.

E chi non desidera una pelle morbida e levigata?

Spedizione in 24-48h

30 giorni reso gratis

Packaging ecosostenibile

Hai domande? Scrivi in Chat