-10% newsletter✅ arrow_upward
Passa al contenuto

Sconto 10% se ti iscrivi alla newsletter 🎁

Spedizione Gratis in 24/48 h ✈

Disponibile Pagamento in Contrassegno ☑

Email

Buchi sulla pelle: cosa sono e come evitarli

buchi sulla pelle cosa sono e come prevenire

Generalmente, i buchi sulla pelle possono essere rimossi solo da specifici interventi di chirurgia estetica, come trattamenti laser, filler o microdermoabrasione. Ecco perché è importante prevenirli con comportamenti virtuosi e tante cure. 

Pur non essendo una patologia, i buchi sulla pelle causano quasi sempre un certo disagio psicologico e possono compromettere significativamente le relazioni sociali. E non importa che si tratti di vere e proprie cicatrici causate da un'acne non curata o di punti neri neri: l'effetto sarà sempre sgradevole alla vista, con ricadute anche pesanti sull'immagine che avete di voi stesse e sulla vostra autostima.

Premesso che non è certo da un viso privo di imperfezioni che dipende il vostro valore come essere umano, è certo che prevenire la comparsa dei buchi sulla pelle è importante. Anche perché una volta formatisi, non c'è modo di farli scomparire, se non intervenendo con interventi estetici costosi e talvolta invasivi. Individuarli per tempo e intervenire tempestivamente sulla loro comparsa, quindi, è il miglior modo per combatterli ed assicurarsi una pelle morbida e levigata. 

Buchi sulla pelle: cosa sono

Avere qualche leggera imperfezione sul volto è normale, ma quando i buchi sulla pelle sono troppi, rendono la cute del viso decisamente irregolare, quando non addirittura butterata. Questo accade soprattutto quando i buchi si concentrano in una sola area, solitamente sulle guance o sul collo.

Come accennato, i buchi sulla pelle non sono una vera malattia, ma solo l'esito più o meno infausto di un processo infiammatorio, che una volta terminato, lascia una cicatrice di dimensioni variabili. Generalmente legati a fattori ormonali, e per questa ragione molto comuni durante l'adolescenza, i buchi sulla pelle si avvantaggiano di una carenza più o meno importante di collagene, la proteina che gioca un ruolo fondamentale nel sostegno della pelle e nei processi di cicatrizzazione delle ferite.

Nonostante si parli genericamente di buchi sulla pelle, bisogna distinguere le cicatrici lasciate dall'acne, dai pori dilatati, tipici delle pelli più grasse, che per per loro natura secernono una maggiore quantità di sebo. In questi casi, un'accurata beauty routine, che prevede una regolare pulizia del viso e applicazione di prodotti dermatologici e cosmetici, è sufficiente a risolvere il problema. Nel caso dei buchi sulla pelle, invece, la questione è più complessa, perché come già detto, l'unico modo per scongiurarli è la prevenzione. 

Imperfezioni pelle: come si manifestano i buchi sulla pelle

La maggior parte dei buchi sulla pelle è causata dall'acne, un'infiammazione dei follicoli pilosebacei, che inizialmente si manifesta con la comparsa di punti neri, i quali con il tempo diventano brufoli. Se poi questi si incistano, ecco che i buchi sulla pelle sono una conseguenza inevitabile.

Questi inestetismi del viso non sono però tutti uguali, ma possono assumer forme molto diverse.

  • Icepick – questi buchi sulla pelle devono il loro nome alla forma che assumono, molto simile a quella che uno scalpello realizza su una superficie ghiacciata. Insomma, piccoli fori profondi e stretti, che di solito si concentrano nelle aree in cui la pelle è più sottile, quindi su fronte e zigomi.
  • Boxcar – questi hanno i bordi ben definiti e visibili. Più larghi e simili a piccoli crateri, si manifestano soprattutto sulla parte inferiore delle guance, sul collo e lungo la mascella.
  • Rolling Scars – sono gli esiti peggiori dell'acne. In questo caso la pelle è deturpata da vere e proprie cicatrici, che conferiscono alla cute un aspetto decisamente irregolare, butterato, segnato da sporgenze più o meno marcate. Possono apparire un po' dovunque, ma privilegiano guance e collo.

Come avrete intuito, una volta che questi segni sulla pelle sono comparsi, l'intervento estetico con laser o altre procedure all'avanguardia è la sola soluzione. Ecco perché prevenire è importante. 

Come prevenire gli inestetismi della pelle

Ai primi segni di punti neri, pori dilatati o brufoli, è opportuno che corriate subito ai ripari. La prima cosa da fare è consultare un dermatologo, che potrà consigliarvi i prodotti più adatti a contrastare il processo infiammatorio. Ma qualsiasi sarà il trattamento consigliato, poi starà a voi adottare comportamenti virtuosi, in grado di limitare al massimo l'eventuale insorgenza di buchi sulla pelle.

Per prima cosa, sebbene la tentazione sia forte, evitate di schiacciare punti neri e brufoli. La sollecitazione esercitata dalle dita, infatti, non farebbe altro che irritare ulteriormente la pelle e contribuire alla comparsa di cicatrici. Inoltre, ricordate che l'acne è causata dalla proliferazione batterica, pertanto toccarvi continuamente il viso con le mani, costantemente a contatto con borse, cellulari, tastiere e oggetti di varia natura, non farebbe altro che aumentare il numero di batteri già presenti sulla pelle. 

Proprio perché i batteri devono essere tenuti sotto controllo, è opportuno che prendiate l'abitudine di dormire su una federa di seta. Questo tessuto, infatti, vanta notevoli proprietà antibatteriche, che risulteranno preziose nella vostra battaglia contro punti neri e brufoli.

federa di seta per pelle liscia senza buchi o inestetismi

La pulizia della pelle, poi, deve essere la vostra prima preoccupazione. E non si tratta solo di detergere il viso prima del trucco o dopo una giornata di lavoro. Per combattere l'acne, è necessario provvedere spesso ad una pulizia profonda della cute, in grado di eliminare l'eccesso di sebo, ma soprattutto di purificare la pelle. 

Pelle impura: rimedi naturali

Per scongiurare i buchi sulla pelle, la regola è solo una: evitare che l'acne prenda il sopravvento. È questa la ragione per cui è essenziale pulire in modo profondo la cute. Va benissimo, quindi, la pulizia quotidiana con latte detergente e tonico specifico per pelli grasse, ma almeno una volta a settimana dovrete ricorrere al potere di una maschera purificante. Ovviamente in profumeria potrete trovarne di ogni tipo e prezzo, ma perché non affidarvi alle proprietà degli ingredienti naturali?

Se la vostra pelle è grassa, la maschera purificante a base di Tea Tree Oil è perfetta, perché sfrutta l'azione antibatterica e antisettica di quest'olio essenziale. Prepararla è molto semplice: vi basterà procurarvi 20 g di crema neutra naturale, a cui aggiungere 5 gocce di olio. Una volta mescolato il composto, stendetelo sul viso, avendo cura di lasciare fuori il contorno occhi. Dopo averla lasciata in posa almeno 20 minuti, sciacquate con acqua tiepida ed applicate il vostro trattamento viso abituale.

Se invece avete un problema di pelle secca e brufoli, allora optate per una maschera purificante a base di avocado, indicato per nutrire la cute, e miele, un potente antibiotico naturale che combatterà efficacemente il  processo infiammatorio. Mezzo avocado, 2 cucchiai di miele e mezzo cucchiaio di olio di cocco basteranno per realizzare il composto, che lascerete agire per circa 15 minuti, prima di rimuoverlo con l'acqua.

Insomma, prendersi cura di una pelle con brufoli e punti neri non è semplice, ma fidatevi: combatterli sin dall'inizio è l'unico modo per scongiurare la comparsa dei temuti buchi sulla pelle e garantirvi un aspetto sano e radioso.

Spedizione GRATIS in 24-48h

Reso gratuito entro 30 giorni

Packaging ecosostenibile

Hai domande? Scrivici a info@offtopicbrand.com