-10% newsletter✅ arrow_upward
Passa al contenuto

Sconto 10% se ti iscrivi alla newsletter 🎁

Spedizione Gratis in 24/48 h ✈

Disponibile Pagamento in Contrassegno ☑

Email

Come curare i capelli crespi

Come curare i capelli crespi

Siete stanche di uscire da casa con una testa ingestibile? Allora è arrivato il momento di capire meglio come curare i capelli crespi, che per loro natura richiedono un maggior numero di attenzioni. 

Levare il crespo dai capelli potrebbe sembrare una missione impossibile, ma non lo è. Certo, è richiesta molta pazienza e la scelta di shampoo, balsami e prodotti per lo styling deve essere accurata e mirata, ma con qualche sforzo anche voi potrete sfoggiare una chioma lucente e morbida.

Ecco, quindi, come curare i capelli crespi, modificando qualche abitudine e, quando ciò non fosse sufficiente, acconciandoli in modo da nascondere l'effetto frizz.

Come curare i capelli crespi: errori da non commettere

I capelli crespi, indipendentemente dal fatto che siano ricci o lisci, necessitano di qualche cura in più. Insomma, dimenticatevi di poterveli lavare, impugnare il phon e ritrovarvi con una capigliatura asciutta e ordinata nel giro di pochi minuti.

Ma questo di sicuro già lo sapete, così come già conoscerete il potere ristrutturante e idratante delle maschere con ingredienti naturali, che permettono al capello di ritrovare salute e morbidezza. Eppure, nonostante ciò, è molto facile commettere alcuni errori, azioni all'apparenza molto banali, ma che sul capello crespo rischiano di diventare dei veri e propri boomerang.

 Vediamo, dunque, quali abitudini evitare:

  • Strofinare i capelli con l'asciugamano – è pratico e veloce, ma l'asciugamano, soprattutto se di spugna, è da evitare. Così come è meglio soprassedere sulla tradizionale pratica di frizionare i capelli per eliminare l'eccesso d'acqua. Meglio scegliere un turbante in microfibra ed avvolgerlo sulla testa per il tempo necessario a tamponare la capigliatura. In questo modo, le cuticole dei capelli non si apriranno e l'effetto crespo sarà sotto controllo.
  • Usare sempre piastra e phon – curare i capelli crespi non significa solo renderli lucidi e morbidi, ma soprattutto preservare la loro salute. Per questa ragione, è molto meglio prevenire, che curare. Quindi è giusto che sappiate che il calore è il nemico numero 1 della vostra chioma. Usando piastra o phon ad ogni lavaggio, di sicuro avrete capelli lisci e lucenti, ma con il tempo, non farete altro che aggravare il problema. Piuttosto, quando è possibile, lasciateli asciugare all'aria aperta ed evitate di spazzolarli troppo energicamente.
  • Esporli per troppo tempo al sole – il calore del sole non mina solo la vostra pelle, ma incide anche sui vostri capelli, che sotto i raggi infuocati, soprattutto in estate, tendono a perdere umidità e a seccarsi. Pertanto, non esponetevi mai al sole senza ricorrere a un'adeguata protezione solare per capelli.
  • Rimanere con sale e cloro sui capelli – è una gran seccatura, ma dopo ogni bagno al mare o in piscina è opportuno sciacquare i capelli, per evitare che diventino crespi, secchi e ingestibili. Basterà una doccia veloce e, se possibile, una spruzzata di un qualsiasi prodotto in grado di ripristinare la corretta idratazione.

Resto inteso che tutto ciò che farete sarà vano, se non adotterete il giusto modo per asciugare e mettere in piega i vostri capelli.

Come asciugare capelli crespi

Le capigliature crespe tendono a dare il peggio di sé soprattutto dopo lo shampoo, quando gli agenti chimici dei prodotti le hanno private del sebo naturale emesso dalla cute e le cuticole aperte rendono impossibile domare l'effetto frizz.

Ecco perché asciugare i capelli crespi è un'altra di quelle operazioni che richiedono la massima attenzione. Insomma curare i capelli crespi significa anche prendersi cura di loro durante la fase dello styling!

Per prima cosa, mai asciugare i capelli crespi a testa in giù. Se proprio non potete lasciarli asciugare all'aria, allora è meglio che seguiate i consigli dei parrucchieri. Se avete i capelli lisci, usate una spazzola piatta, con la quale solleverete i capelli di 45 gradi, in modo da appiattire le radici e dare al capello il cosiddetto effetto memory. Se al contrario la capigliatura è riccia, ricorrete al diffusore, ricordando di impostare velocità e temperatura del phon al minimo.

Se volete o dovete ricorrere alla piastra, fatelo pure, ma non dimenticate di applicare un prodotto termoprotettore, che crei una sorta di barriera fra il capello e la fonte di calore. D'altronde, se i capelli temono il calore del sole, pensate a cosa può fargli quello del phon!

In ogni caso, quando andate dal parrucchiere, ricorrete sempre alla sua esperienza per individuare il taglio più adatto al vostro problema: scegliendo un taglio per capelli crespi, infatti, potrete ricondurli alla ragione ed ottenere la morbidezza che cercate. 

Acconciature ideali per capelli crespi e gonfi

Non avete voglia di rinunciare al vostro taglio di capelli preferito? Niente paura, potrete controllare i capelli crespi adottando acconciature in grado di nascondere l'effetto frizz. L'importante è che evitiate look rigidi e troppo strutturati, che mal si adattano alla natura della vostra chioma.

Se avete capelli lunghi e lisci, potreste provare a metterli in piega ricorrendo all'aiuto dello styling, ovviamente non prima di avergli assicurato un trattamento capelli crespi, indispensabile per nutrire e idratare la capigliatura. Utilizzando spazzola e phon, infatti, riuscirete a chiudere le squame del capello e a donargli un aspetto lucido e ordinato. Il problema si presenterà nelle giornate più umide, quando i capelli cominceranno ad assorbire umidità, tornando al crespo, ma a quel punto non dovrete far altro che rimetterli nuovamente in piega.

In alternativa, nel caso in cui abbiate capelli crespi mossi o ricci, affidatevi all'effetto wet: con cere, gel e schiume, potrete controllare l'effetto crespo e creare acconciature morbide e apparentemente disordinate, di gran moda negli ultimi anni. Se utilizzate il diffusore, poi, l'uso della schiuma sarà indispensabile per evitare di caricare di elettricità i capelli e costringerli ad assumere un aspetto più sano e gestibile.

E nelle giornate piovose, se la capigliatura è folta e lunga, avrete ancora una possibilità per gestire al meglio i tagli per capelli crespi: raccoglieteli in morbide trecce o in uno chignon. Sarete impeccabili e trendy, sia in ufficio, sia durante i vostri eventi serali.

In ogni caso, se andate di corsa e non avete tempo per pettinature elaborate, potrete sempre ricorrere alla coda, acconciatura evergreen, semplice, ma elegante. Per legare i capelli, però, utilizzate solo scrunchie in seta, in modo da non stressare ulteriormente i vostri capelli ed evitare che si spezzino, incrementando l'effetto crespo. Un piccolo regalo per vostri capelli, che non mancheranno di ringraziarvi con una morbidezza e uno splendore mai visti prima.

Spedizione GRATIS in 24-48h

Reso gratuito entro 30 giorni

Packaging ecosostenibile

Hai domande? Scrivici a info@offtopicbrand.com